scarica l'APP gratuita

Cerca
Cantina Cellinese

Cantina Cellinese: vini capaci di riflettere le sfumature del territorio salentino

Cantina Cellinese

Nella extra-ordinaria strutturazione del movimento vitivinicolo italiano, la fattispecie della Cantina Sociale ha sempre avuto un ruolo di primo piano.

La storia di Cantina Cellinese

Modello di origine teutonica, ideato nel XIX° secolo con il nome di Winzergenossenschaft, è stato tuttavia adottato nella Penisola, con importanti risultati, sin dalla fine dell’800, dimostrandosi nel tempo sistema capace di generare forte valore aggiunto sia a livello territoriale, con funzione di presidio e antidoto al rischio di abbandono delle campagne, sia come veicolo di modelli di sviluppo sostenibile, capaci, talvolta, di anticipare i tempi.

Proprio con questi intenti inizia, nell’ormai lontano 1957, in una delle ‘cattedrali’ dell’enogastronomia salentina come Cellino San Marco, provincia di Brindisi, l’avventura della Cantina Cellinese. Una manciata di soci dapprincipio, ora arrivati a più di 300, che perpetuano l’intento di valorizzare un territorio e un artigianato, incarnando i principi dell’adagio ‘l’unione fa la forza’.

Da poco si è avviato il nuovo corso, affidato alle capaci mani di Fabio Mecca, giovane ma già affermato enologo lucano, mantenendo l’arma dell’eterogeneità, dove la grande diversificazione dei vitigni coltivati (ai vari Primitivo, Negroamaro, Malvasia Nera e Bianca, Fiano, si abbinano infatti da sempre varietà internazionali, come Chardonnay, Pinot Nero e Bianco e Cabernet, oltre ad alcune succose ‘variazioni sul tema’) consente di produrre etichette che abbracciano tutte le denominazioni territoriali, come DOC Brindisi, la DOC Salice Salentino e la DOC Squinzano, oltre alle Indicazioni Geografiche Tipiche Salento e Puglia.

I vini di Cantina Cellinese sono di fattura impeccabile, pluripremiati sia su palcoscenici italiani che esteri, che non nascondono ambizioni legittime, ovverosia di configurarsi come veri e propri alfieri del territorio, capaci di rispecchiarne tutte le peculiarità e le sue più caratteristiche sfumature.

Salento IGT Primitivo Previer 2022  94+/100 € 8,50

Uno dei grandi classici di Cantina Cellinese, da Primitivo in purezza proveniente dall’Agro di Cellino San Marco e San Pietro Vernotico. Vinificato con lunga macerazione e breve affinamento in barrique di rovere francese, capace di valorizzate tutta la cospicua impronta varietale. Olfazione molto fresca, tocchi di lampone rosso, sfumature di alloro e tiglio, con sentori di liquirizia in polvere e spunto floreale, di gardenia. Bocca iodata, con richiamo delle note di piccoli frutti ed officinali. Chiude su richiami floreali e ancora su ricordi di sottobosco. Inseparabile da un evergreen della tradizione pugliese come le braciole al sugo, ma da sperimentare, ovviamente, con le altrettanto territoriali bombette.

Cantina Sociale Cellinese

Via San Pietro Vernotico, 204, 72020, Cellino San Marco (BR)

Telefono: 0831 619100

Indirizzo e-mail: info@cantinacellinese.it

LEGGI ANCHE: Cantine Ida Giordano: sperimentazione e viticoltura costiera.

ULTIME NOTIZIE

Ultime Pillole

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER

In arrivo notizie, curiosità e approfondimenti del mondo enogastronomico.

SCOPRI
LE NOSTRE GUIDE

Scarica l’app Le Guide de L’Espresso per avere tutto il mondo enogastronomico a portata di mano e scoprire i luoghi da non perdere attorno a te. 

Cerca