scarica l'APP gratuita

Cerca
Federico Veronesi: Signorvino e Parmigiano Reggiano

Signorvino e Parmigiano Reggiano, alleanza e nuove aperture

Federico Veronesi: Signorvino e Parmigiano Reggiano

Una festa lunga tutta una serata per il matrimonio tra Signorvino e Parmigiano Reggiano

A Roma, a piazza Barberini, proprio davanti alla fontana del Tritone di Gian Lorenzo Bernini, uno show-cooking proposto nella “enoteca con cantina” ideata da Sandro Veronesi ha celebrato la forza della coppia made in Italy: Signorvino e Parmigiano Reggiano. Permettendo di assaggiare il formaggio duro italiano più famoso del mondo con tutte le tipologie di prodotti gastronomici.

Federico Veronesi, a nome della famiglia e in qualità di componente del consiglio di amministrazione di Calzedonia Holding, oltre che brand leader di Tezenis e Signorvino, a Le Guide de L’Espresso confida filosofia e progetti futuri: “L’idea è nata in maniera reciproca, da parte nostra e del Consorzio del Parmigiano Reggiano, con l’obiettivo di voler valorizzare sempre più un prodotto rappresentativo del panorama italiano: abbiamo chiesto al Consorzio di lavorare insieme ed è stato veramente disponibile nel volerci venire incontro per far capire la qualità italiana.

Quindi insieme abbiamo organizzato una serie di attività a livello digitale e anche di eventi in store per far capire le differenze dei prodotti: tra iniziative nei negozi, attività digitali, eventi e modalità di marketing che promuoveranno il prodotto anche sul menù. anche in parte del 2024, la volontà, insieme al Consorzio del Parmigiano Reggiano, è quella di promuovere sempre di più la territorialità e la tipicità, perché il cliente finale fa sempre più fatica a capire il valore aggiunto”.

Una festa lunga tutta una serata per il matrimonio tra Signorvino e Parmigiano Reggiano che permetterà di festeggiare, in futuro, anche le prossime aperture di store di Signorvino: Veronesi ha nel mirino la zona di Prati, nei dintorni di via Cola di Rienzo, e nel centro storico via del Corso.

Signorvino e Parmigiano Reggiano:

Nicola Bertinelli, presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano, commenta così l’evento: “Siamo orgogliosi della collaborazione con Signorvino che potrà rappresentare per tutta la ristorazione, italiana e nel mondo, un modello innovativo. La nostra Dop è unica, ma c’è un Parmigiano Reggiano per tutti i gusti: la biodiversità delle razze bovine e le tante stagionature offrono gusti, sapori, sfumature ed emozioni estremamente variegate in connubio alle bottiglie di vino d’eccellenza italiane. È perciò una icona del nostro stile di vita, apprezzata in Italia e all’estero“.

Con questo progetto, Signorvino inizia un percorso di partnership con uno dei marchi più noti del panorama alimentare italiano scegliendo per la categoria “formaggi duri” l’icona italiana del “Parmigiano Reggiano”, ora disponibile nei punti vendita in Italia a corredo delle ricette proposte in menù.

La sinergia tra Signorvino e Parmigiano Reggiano intende rimarcare la condivisione dei valori espressi da Parmigiano Reggiano nel suo “brand manifesto”, mentre alla base della decisione di Signorvino c’è la conferma del percorso di miglioramento della propria offerta all’insegna della valorizzazione di un brand che è garanzia di qualità e di italianità. Nei prossimi mesi una serie di attività di comunicazione in store andrà a rafforzare questa alleanza, l’unica in cui ha creduto Signorvino con un Consorzio.

Per il Parmigiano Reggiano viene sottolineato che, grazie alla biodiversità delle razze bovine (frisona italiana, bianca modenese, bruna, rossa reggiana), delle stagionature (dai 12 agli oltre 48 mesi) e dei prodotti “certificati” (dal prodotto di Montagna al Kosher, dall’Halal al Biologico), il protagonista del mondo del formaggio, per la sua complessità di aromi e struttura, è in grado non solo di conferire un tocco di carattere unico ai grandi piatti e di figurare nei menù dei migliori chef del mondo, ma anche di abbinarsi con disinvoltura a dessert, prodotti ittici e, soprattutto, ai grandi vini, sia per un calice da aperitivo sia per abbinamenti più arditi.

Le stagionature più giovani (12-19 mesi), ad esempio, caratterizzate da sentori delicati di latte fresco, yogurt, burro, sono ottime come aperitivo in pairing a vini bianchi e frizzanti, o con vini fermi non troppo corposi. Quelle più importanti, fino a oltre i 36 mesi, invece, possono accompagnare non solo vini strutturati e da meditazione, ma anche i grandi spirits, dagli scotch whisky ai vermouth, dai gin al sake giapponese.

Signorvino e Parmigiano Reggiano: una partnership vincente.

ULTIME NOTIZIE

Ultime Pillole

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER

Ricevi gratuitamente WEEKLY ENJOY Le Guide De L’Espresso: un magazine settimanale digitale con notizie, curiosità e approfondimenti del mondo enogastronomico.

SCOPRI
LE NOSTRE GUIDE

Scarica l’app Le Guide de L’Espresso per avere tutto il mondo enogastronomico a portata di mano e scoprire i luoghi da non perdere attorno a te. 

Cerca