scarica l'APP gratuita

Cerca
Vino e Quadri

Vino e quadri d’autore: I restauri dei quadri si finanziano con i vini

Vino e Quadri

L’iniziativa di Associazione Civita patrocinata da Gallerie Nazionali Barberini Corsini. “Vino Civitas” è il progetto cui partecipa Tenuta Caparzo di Montalcino in cui il vino e quadri si “incontrano”

Serata romana dedicata al “Vino Civitas”, nella terrazza dell’Associazione Civita: qui è stata rivelata la prossima opera che sarà restaurata grazie al progetto di collaborazione con le Gallerie Nazionali Barberini Corsini.

Dopo i saluti di Simonetta Giordani segretario Generale dell’Associazione Civita, Elisabetta Gnudi Angelini amministratore Delegato di Caparzo, e di Cristina Tonelli dirigente scolastico Istituto alberghiero Tor Carbone – A. Narducci, Alessandro Cosma, funzionario storico dell’arte delle Gallerie Nazionali di Arte Antica ha esposto le origini del progetto di collaborazione con il museo e presentato i risultati ottenuti con i restauri realizzati fino ad oggi grazie ai proventi della vendita del vino.

Tra gli interventi già conclusi di questa azzardata dicotomia vino e quadri i più sorprendenti sono quelli della “Madonna del Latte” di Bartolomé Esteban Murillo, che ha permesso di scoprire al di sotto dell’attuale strato pittorico la figura di un San Francesco inginocchiato, o quello sull’imponente “Console con teste femminili” di Palazzo Corsini, uno dei più ricchi ed elaborati arredi settecenteschi della collezione.

I più recenti, ancora in corso, sul “Sant’Onofrio” di Battistello Caracciolo e sul “Tributo della Moneta” di Luca Giordano. Il primo, ormai quasi concluso, ha permesso ad esempio di riscoprire le cromie argentate del santo e molti dei dettagli perduti sotto secoli di ritocchi e vernici ingiallite, dai grani del rosario alle rocce della grotta, dalle foglie che “vestono” il santo alle ciocche dei suoi lunghi capelli.

Nell’ambito dell’incontro è stato annunciato il rinnovo dell’accordo di collaborazione tra l’Associazione Civita e le Gallerie Nazionali Barberini Corsini fino al 2025 che, oltre a sancire la preziosissima collaborazione, dimostra quanto sia valido e vincente questo modello di sinergia.

Nel corso del prossimo anno, grazie a questo felice binomio vino e quadri, verrà quindi restaurata con il “Vino Civitas” la “Lucrezia” recuperata di recente dal Ministero degli Affari Esteri, cui era stata concessa in deposito dal 1929. Un’opera che costituisce l’unica versione completa esistente di una composizione di Guercino nota solo in esemplari parziali e il cui restauro potrebbe finalmente chiarire la storia e l’attribuzione.

Il progetto “Vino Civitas”, promosso dall’Associazione Civita in partnership con la Tenuta Caparzo di Montalcino, nasce dalla volontà di contribuire, con un sostegno concreto, alla salvaguardia e alla valorizzazione del patrimonio artistico del nostro Paese mettendo insieme appunto vino e quadri.

Vino e quadri: Si tratta di una formula innovativa per legare l’attività vitivinicola al mondo della cultura, ogni anno infatti, grazie a una parte dei proventi della vendita del vino “Civitas” viene restaurata un’opera d’arte individuata dall’Associazione. A partire dal 2019 l’iniziativa coinvolge le Gallerie Nazionali di Arte Antica che hanno beneficiato dei proventi raccolti per il restauro di opere delle loro straordinarie collezioni di Palazzo Barberini e della Galleria Corsini.

ULTIME NOTIZIE

Ultime Pillole

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER

Ricevi gratuitamente WEEKLY ENJOY Le Guide De L’Espresso: un magazine settimanale digitale con notizie, curiosità e approfondimenti del mondo enogastronomico.

SCOPRI
LE NOSTRE GUIDE

Scarica l’app Le Guide de L’Espresso per avere tutto il mondo enogastronomico a portata di mano e scoprire i luoghi da non perdere attorno a te. 

Cerca