ASD 970X250-100

scarica l'APP gratuita

Cerca
Vinoway Academy

Nasce Vinoway Academy, la scuola di enologia e comunicazione di Davide Gangi

Vinoway Academy

Per il patron di VinoWay Academy, Davide Gangi, tutto partì in Lombardia, da Berlucchi di Franciacorta.

Da giovane pianista a massimo esperto di cultura enoica italiana, e dopo il successo in Puglia, al Castello Monaci di Salice Salentino (LE), con la kermesse internazionale che ha eletto i migliori del settore, sotto attenta supervisione del presidente mondiale degli enologi Prof. Riccardo Cotarella, è giunta in queste ore anche la notizia della nascita di Vinoway Academy, un importante spin-off del gruppo Vinoway Italia.

È Davide Gangi il patron e ideatore, musicista illuminato da Giorgio Lanciani di Berlucchi che, negli anni Novanta, sposa il progetto di un nuovo modo di vedere e amare il rinomato mondo delle uve. Brand editoriale di ampio respiro, eventi in tutto il territorio nazionale, nelle più prestigiose location, per poi chiosare – dopo due anni di intenso lavoro – con l’Academy, 200 ore di formazione, 60 lezioni, 11 tutor professionisti per ogni settore; dall’enologia alla viticoltura, dalla legislazione al marketing, passando per la comunicazione, le neuroscienze e la stampa enogastronomica.

Un avvincente ‘percorso enoico’, così lo definisce Gangi, “passione di lunga data per il mondo del vino che si è trasformata in una vera e propria vocazione professionale. Dedichiamo la nostra attenzione alle storie che i produttori ci raccontano. In un certo senso, ci consideriamo come i critici cinematografici del settore vinicolo, concentrati non solo sulle caratteristiche tecniche, ma sulla narrativa che si cela dietro ogni bottiglia. La missione è interpretare e condividere le emozioni che i produttori trasmettono attraverso i loro vini”.

Davide, exploit a Castello Monaci con i mostri sacri dell’enogastronomia internazionale. L’endorsement del presidente Cotarella a lei è uno dei massimi riconoscimenti del settore. Quali sono i segreti di certi successi? Costanza, dedizione e?

Tanta passione. Sono molto felice che ancora oggi, a distanza di mesi dalla Vinoway Selection 2024, andata in scena lo scorso 21 Ottobre, ricevo e riceviamo attestati di stima e considerazione da parte dei produttori e dagli addetti ai lavori. Le parole del Presidente Mondiale degli Enologi, Riccardo Cotarella, che mi ha definito la “New Age” della comunicazione enoica italiana, sono un onore che mi riempiono di gratitudine e mi spronano a proseguire con ancor più tenacia il percorso intrapreso con Vinoway Italia.

Questo riconoscimento è il frutto di una passione autentica e di un impegno costante nel portare avanti questa realtà consolidata che è diventata Vinoway. Essere considerato un punto di riferimento nella comunicazione enoica italiana è un privilegio che accolgo con umiltà, ma che mi motiva a crescere e a migliorarmi continuamente.

Per quei pochi che ancora non lo sanno cos’è Vinoway Italia? La possiamo definire una sua creatura?

“Circa tredici anni fa, quando ho iniziato il mio cammino con Vinoway, già intravedevo che questa esperienza si sarebbe trasformata in una notevole “favola”. Da sempre coltivo l’idea di far evolvere il progetto e condurlo alle vette più alte, credendo con fermezza in questo sogno, che sta diventando una bella realtà nazionale, mantenendo una determinazione incrollabile nel perseguirlo. Dopo tanti anni di lavori e sacrifici, oggi produttori e addetti ai lavori considerano Vinoway punto di riferimento del mondo del vino italiano e questo non può che rendermi orgoglioso e soddisfatto.

Vinoway Academy, “La nuova dimensione della cultura enoica”. Ci vuole spiegare nel dettaglio il messaggio che volete trasmettere? Quando si parla di cultura enoica dobbiamo intendere che?

La cultura enoica comprende l’intero processo di produzione del vino, dalla coltivazione della vigna alla cantina, oltre agli aspetti legati alla comunicazione, al marketing e alle vendite. La Vinoway Academy si propone di approfondire questi vari aspetti, offrendo una formazione completa nel settore. Si inizia con lo studio della coltivazione della vigna, comprendendo il terreno, le varietà di uve e le tecniche di coltivazione, con un focus sulle pratiche agronomiche sostenibili.

La formazione abbraccia anche la vinificazione, esaminando i processi di fermentazione e affinamento del vino, e approfondisce l’utilizzo di tecnologie moderne e tradizionali. Nel contesto della cantina, si esplorano gli strumenti e le attrezzature utilizzate, insieme al controllo qualità e all’analisi sensoriale del vino. La comunicazione e il marketing sono altrettanto cruciali, con corsi dedicati allo sviluppo di strategie per promuovere i vini, alla progettazione di branding e etichette, nonché all’utilizzo efficace dei social media e del marketing digitale.

La formazione si estende anche al lato commerciale, con un focus sulla gestione del processo di vendita, distribuzione e logistica. Si esplorano strumenti di gestione dell’inventario e delle forniture per garantire una gestione efficiente del business. Ci sono anche corsi riguardanti le guide enologiche, con le tendenze del mercato, analizzando le leggi e le normative vinicole e apprendendo le strategie per ottenere menzioni positive e riconoscimenti. La Vinoway Academy mira a formare qualificati professionisti poliedrici, in grado di affrontare le sfide mutevoli del settore e di capitalizzare sulle opportunità emergenti.

Ad oggi più di 200 ore di formazione, 60 lezioni, 11 tutor e specializzazioni in diverse categorie. Perché è nata Vinoway Academy?

L’ispirazione della creazione di Vinoway Academy è nata dalla carenza di piattaforme web complete che esplorino in modo approfondito tutte le categorie fondamentali per lo sviluppo del mondo enoico, secondo la mia visione. Questo rappresenta solo l’inizio del nostro impegno, poiché Vinoway Academy rimarrà costantemente aggiornata, arricchendo continuamente l’esperienza degli utenti attraverso l’aggiunta di nuovi tutor, lezioni e sessioni live.

Un sentito ringraziamento va a tutti gli insegnanti che hanno dedicato il loro impegno credendo pienamente in questo progetto. Spiego brevemente come accedere a Vinoway Academy. Sul sito www.vinowayacademy.it, dopo una prima registrazione gratuita, l’utente avrà la possibilità di avere accesso alle preview di ogni singolo corso di Enologia, Viticoltura, Marketing, Comunicazione, Neuroscienze, Legislazione Vinicola ed Editoria Enogastronomica. Qualora si voglia approfondire su uno o più argomenti, si verrà indirizzati ad un’altra pagina per la fruibilità del singolo corso. Con Vinoway Academy si ha la possibilità di crescere con i più grandi professionisti, seguendo il percorso più adatto all’utente.

Inoltre, si acquisirà l’Attestato di Vinoway Academy con la possibilità di intraprendere un’attività di formazione in una rinomata azienda vinicola italiana,da noi selezionata, dopo aver completato con successo il percorso didattico previo esame online con la presenza di uno o più tutor.

Il comparto nazionale è pronto a sfornare nuove leve capaci di competere con la spietata concorrenza d’Oltralpe? In cosa primeggiamo per indole e in cosa invece dovremmo a suo avviso migliorare?

Posso affermare con sincerità che l’eccellenza del vino italiano raggiunge livelli straordinari, grazie al grande lavoro che quotidianamente svolgono gli enologi, senza la loro professionalità sarebbe quasi impossibile raggiungere tali obiettivi. Non volendo sminuire la produzione d’Oltralpe, sono sicuro che in Italia stiamo percorrendo una strada ben definita e distintiva, raggiungendo un grado di superiorità unico nel panorama mondiale. Inoltre, a differenza della Francia, il nostro approccio si distingue per una straordinaria varietà.

Mentre in Francia si annoverano circa 60 varietà di vitigni, in Italia ne vantiamo ben oltre 650. Questa ricchezza di diversità ci consente di raccontare in modo autentico il nostro territorio nazionale, la tipologia dei prodotti, il patrimonio e le molteplici realtà che spaziano dalle rinomate cantine di fama internazionale alle cantine regionali, fino ai microcosmi che rappresentano autentiche perle della nostra Terra.

Il nostro Paese è leader indiscusso nel settore enologico, distinguendosi per produzione, qualità e competenze tecniche. Siamo pronti ad affrontare nuove sfide, adattarci alle evoluzioni del mercato e innovare. La nostra attenzione costante al prodotto rimane fondamentale. La passione per la viticoltura guida le nostre azioni, assicurando tradizione, qualità e orgoglio. La collaborazione interna al settore è cruciale per consolidare la leadership, stimolare l’innovazione e garantire il successo continuo nel mondo enologico.

Il 2023 è stato un anno particolarmente difficile per il settore vitivinicolo italiano, con sfide climatiche, il maltempo e la peronospora. Personalmente, sono contrariato agli attacchi che il vino ha subito da parte di una testata giornalistico-televisiva che, senza costrutto e approfondimento, ha denigrato il lavoro nobile di tantissimi produttori onesti, pertanto sono certo che il mondo del vino italiano debba iniziare a fare “quadrato” e collaborare per affrontare le sfide e diventare sempre più competitivo a livello mondiale.

Bilancio personale e professionale del 2023?

Nel corso del 2023, abbiamo dedicato impegno e dedizione per assicurarci che ogni nostro evento si svolgesse con attenzione e professionalità. È iniziato tutto al Vinitaly, dove abbiamo allestito il nostro stand, offrendo degustazioni ed interviste. Successivamente, ci siamo trasferiti in Sardegna ad Oliena per partecipare alle degustazioni alla cieca del Cannonau Likeness International, seguito da una tre giorni di manifestazione dal 20 al 22 Maggio.

A giugno, ci siamo immersi nell’atmosfera vibrante di Napoli presso il Grand Hotel Parker’sper la VI Vinoway Sparkle, un evento dedicato alle Migliori Bollicine Italiane. Nel frattempo, abbiamo lavorato instancabilmente per la preparazione della Vinoway Selection 2024, svolgendo assaggi e scrivendo recensioni. Tirando le somme, posso affermare con soddisfazione che è stato un anno ricco di successi e esperienze significative nel mondo vinicolo.

Concludiamo con la mission per il nuovo anno. Principali obiettivi a corto e medio raggio di Vinoway e Vinoway Academy?

Vinoway Academy si prepara ad esplorare nuovi orizzonti. Attualmente, ci impegniamo per far sì che Vinoway Italia attraversi i confini nazionali, ampliando la nostra rete di contatti e networking mettendo in atto strategie avanzate volte a far espandere il marchio “Vinoway” a livello globale. Nel frattempo, Vinoway Academy sta vivendo una fase di crescita e nel corso del 2024 ci dedicheremo intensamente a renderla una piattaforma essenziale per l’insegnamento del vino e di tutto ciò che gira attorno a questo affascinante mondo.

LEGGI ANCHE: Ciro Fontanesi: l’ingegnere del vino

ULTIME NOTIZIE

Ultime Pillole

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER

Ricevi gratuitamente WEEKLY ENJOY Le Guide De L’Espresso: un magazine settimanale digitale con notizie, curiosità e approfondimenti del mondo enogastronomico.

SCOPRI
LE NOSTRE GUIDE

Scarica l’app Le Guide de L’Espresso per avere tutto il mondo enogastronomico a portata di mano e scoprire i luoghi da non perdere attorno a te. 

Cerca