ASD 970X250-100

scarica l'APP gratuita

Cerca

Aiello – Và dove ti porta il sole

La vite cerca luce e calore. In Valle d’Itria ne trova in quantità. E Aiello trasforma i grappoli in sapori che conquistano i maître più esigenti

Questa settimana vi porto nel cosiddetto Canale di Pirro, alle pendici della Valle d’Itria, area carsica di storia e leggende sostanziose, collocata tra i comuni di Castellana Grotte e Alberobello. È qui che il giovane “enologo per amore” Giovanni Aiello materializza il suo sogno vitivinicolo. Giovanni è professionista dal background cospicuo, studi in Veneto e Friuli, poi esperienze importanti, tra California ed Australia, successivamente una passione in embrione per la produzione, cui è stato fatale l’incontro con 6 ettari di vecchi alberelli, tra i 60 e i 110 anni di età, che poi, dal 2016, inizia ad imbottigliare a marchio.

Lontanissima dall’essere un divertissement autoriale, peraltro, la sua azienda rivela idee ben precise, manifesto l’intento di sfruttare l’eliocentrismo della vite, pianta miracolosa, capace di fissare il potere creatore del sole e compendiarne forza e complessità, nella produzione di vini che non soltanto restituiscano la tipicità di questo fazzoletto di terra ma ne siano anche la sintesi energetica.

aiello Aiello - Và dove ti porta il sole
aiello

Primitivo di Gioia del Colle, insieme a Verdeca e Fianello, Maruggio e Marchione le tipologie coltivate, vinificati in alcuni casi mutuando tecniche dalla Borgogna, ad esempio l’uso del grappolo intero nel tino aperto in fermentazione, insieme paradigma dell’artigianalità più ortodossa ma anche maniera, quasi religiosa, di rispettare la materia prima.

Tutti i nomi dei vini sono accompagnati dall’attributo Chakra, sottolineando il percorso di autoconoscenza sotteso ad ogni assaggio, mentre il lavoro svolto è interamente manuale, comprese le bellissime etichette, che rievocano paesaggi e colori del territorio pugliese. Conferma della bontà delle intuizioni è l’inserimento, unica referenza pugliese, nella carta dei vini del Geranium di Copenaghen, migliore ristorante al mondo nel 2022, ma non è una sorpresa, dato che qui la ricerca di un’autenticità mediata da solida preparazione tecnica è tutt’altro che casuale.

Un raro, raffinatissimo Verdeca proveniente dal Canale di Pirro, alle pendici della Valle d’Itria, lavorato in solo acciaio, con macerazione sulle bucce per una parte della massa. Un profilo olfattivo di grande peculiarità, note di mela cotogna, lemongrass, sambuco e tocchi di frutta secca tostata. Alla beva succoso-salmastro, con ritorno leggermente ammandorlato. Assolutamente da provare con un’ortodossa ed insuperabile zuppa di pesce alla brindisina.


ENOLOGO PER AMORE SRL SOC. AGRICOLA

Strada comunale Cacciottoli, 1-3
70017 Putignano (BA)
Tel 349 6376195
info@giovanniaiello.it

ULTIME NOTIZIE

Ultime Pillole

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER

Ricevi gratuitamente WEEKLY ENJOY Le Guide De L’Espresso: un magazine settimanale digitale con notizie, curiosità e approfondimenti del mondo enogastronomico.

SCOPRI
LE NOSTRE GUIDE

Scarica l’app Le Guide de L’Espresso per avere tutto il mondo enogastronomico a portata di mano e scoprire i luoghi da non perdere attorno a te. 

Cerca