scarica l'APP gratuita

Cerca
Cantina de' Ricci

Cantina De’ Ricci: metti il mosto in cattedrale

Cantina de' Ricci

Un’icona della produzione del vino a Montepulciano, Cantina De’ Ricci mette in bottiglia tradizione sostenibilità

Monumento della viticoltura internazionale, Cantina De’ Ricci affonda le sue radici nei primordi della moderna produzione poliziana, ovverosia nel XVI secolo. La stessa urbe di Montepulciano, collocata sulla via Francigena, di grandissimo prestigio già in epoca romana, ha in Palazzo De’ Ricci, della cui struttura fanno parte le cantine – interamente scavate nel tufo, ad immagine e somiglianza di una cattedrale gotica, incorporando locali di epoca etrusca – un emblema di fama imperitura. È poi il 2012 quando Enrico Trabalzini raccoglie il pesante testimone della famiglia.

montepulciano1 Cantina De’ Ricci: metti il mosto in cattedrale
Cantina De’ Ricci

Ai tempi, come da tradizione, si conferivano ancora le uve al locale consorzio, mentre Enrico imposta immediatamente il lavoro sulla qualità, perseguendo le convinzioni del padre Aldo, storico collaboratore della casata. Idee lineari, le sue, ma ambiziose, che compendiano la migliore tradizione territoriale e tecnologie moderne. 32 gli ettari coltivati, tra le zone di Ascianello, Fontago e Fontecornino, con intenti fin da subito impostati alla sostenibilità in vigna e alla vinificazione spontanea in cantina, comprese lunghe, e produttive, soste sulle bucce.

Cantina De' Ricci

L’affinamento viene effettuato sia presso il Palazzo che presso Tenuta Fontecornino, sede della nuova cantina, inaugurata nel 2017. L’intento è di realizzare etichette nitide, prive di forzature, consentendo quindi alle tipologie coltivate, ovverosia Sangiovese, Merlot, Cabernet Sauvignon, Petit Verdot, Syrah, Trebbiano Toscano, Malvasia bianca e Grechetto di esprimersi compiutamente, in letture accattivanti e mai banali, fedelissima rappresentazione di un territorio di grande vocazione. Enrico, e con lui la sua famiglia, ovvero Nicolò, enologo, Antonella e Francesco (che nonostante la giovanissima età è già parte del ciclo produttivo), credono al Nobile da Sangiovese – qui ribattezzato Prugnolo Gentile – in purezza, forse l’unica maniera di restituire alla storia una “nobile” tipologia da eletti.


VINO NOBILE DI MONTEPULCIANO DOCG 2019

Cantina de' Ricci

Il progetto di famiglia Trabalzini alla ricerca del vero spirito del Nobile di Montepulciano nella sua bottiglia-simbolo, ovviamente da Sangiovese in purezza. Lampone giallo, tocchi di erbe aromatiche, chiusura speziata e balsamica. Alla bocca verticale, con ritorni di piccoli frutti, spiccata vena acida, finale minerale-profondo. Per quanto riguarda l’abbinamento, impossibile non pensarli sposati, indissolubilmente, con un bel piatto di pici al ragù di cinghiale.

DE’ RICCI CANTINE STORICHE IN MONTEPULCIANO

Via Ricci, 11
53045 Montepulciano (SI)
Tel 0578 757166
info@dericci.it

ULTIME NOTIZIE

Ultime Pillole

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER

In arrivo notizie, curiosità e approfondimenti del mondo enogastronomico.

SCOPRI
LE NOSTRE GUIDE

Scarica l’app Le Guide de L’Espresso per avere tutto il mondo enogastronomico a portata di mano e scoprire i luoghi da non perdere attorno a te. 

Cerca