ASD 970X250-100

scarica l'APP gratuita

Cerca

Pinot Nero e i suoi fratelli

Cosa scegliere per i brindisi della feste natalizie? Ecco una serie di idee per portare serenità in tavola.

È finalmente tornato quel momento dell’anno in cui il vino serve, soprattutto, a scortare pensieri lieti e cibi delle feste. Il mio augurio per voi è che la Sacra Bevanda vi sia da alleata in un mondo di sapori e colori e, soprattutto, serenità.

BOLLICINA – CONTRATTO ALTA LANGA

Alta Langa DOCG Pas Dosé For England Rosé 2019

Una cantina dalla storia impressionante, qui in un compiuto Pinot Nero 100%, lavorato con breve contatto con le bucce. Naso molto sfaccettato, note di nettarina, pompelmo rosa, poi sentori di rosa canina. Al palato croccante-teso, salmastro, con ricordi officinali-agrumati e note floreali. Perfetto con qualsiasi antipasto di pesce.

BIANCO – KÖFERERHOF

Alto Adige Valle Isarco DOC Pinot Grigio 2022

Una cantina dall’impeccabile artigianato in un Pinot Grigio dal profilo cristallino, agrumato e officinale al naso, mela Golden, scorza di cedro e biancospino su tutti. Sapido, croccante e intenso alla bocca, dove si dispiega in tutta la sua raffinata aromaticità anche grazie alla possente spalla acida. Ideale con tutti i primi della tradizione.

ROSATO – GIOVANNI AIELLO

Puglia Primitivo Rosato IGT Chakra Rosato 2022

Un rosato da Primitivo in purezza. Naso con note di lampone, tocchi di salvia, sentori di pepe rosa e macchia mediterranea. Al gusto salmastro, con ritorno speziato. Chiude su richiami officinali e mentolati. Da abbinare sia ai primi a base di carne sia a secondi come pesci al forno o in crosta, sformati e tortini vegetariani.

ROSSO – MASTROBERARDINO

Taurasi DOCG Riserva Radici 2017

Un Taurasi che è arduo, se non impossibile, non definire iconico. Ciliegia sotto spirito e alloro al naso, nuances di eucalipto, zest di sanguinella e sottobosco, alla beva salinità, densità e compattezza, con ritorno agrumato. Ideale con i secondi, dai pesci in umido ai classici cotechino, zampone e salama da sugo.DOLCE – FLORIOMarsala Vergine Riserva DOC 2009. La mitologia del vino è racchiusa in questa etichetta. 18 anni di affinamento, al naso note di frutta secca tostata, scorza di arancia candita e cannella. Grande ricchezza al palato, con ritorno delle note di frutta secca tostata e frutta candita. Ideale con i lievitati.

ULTIME NOTIZIE

Ultime Pillole

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER

Ricevi gratuitamente WEEKLY ENJOY Le Guide De L’Espresso: un magazine settimanale digitale con notizie, curiosità e approfondimenti del mondo enogastronomico.

SCOPRI
LE NOSTRE GUIDE

Scarica l’app Le Guide de L’Espresso per avere tutto il mondo enogastronomico a portata di mano e scoprire i luoghi da non perdere attorno a te. 

Cerca