scarica l'APP gratuita

Cerca
Petrolo

Stregati dal Sangiovese di Petrolo

Petrolo

La ricerca della perfezione firmata da Petrolo: qualità e visione responsabile nella DOC di Val d’Arno di Sopra.

Parlare di Petrolo, ovverosia l’iconica creatura di Luca Sanjust di Teulada, alla guida della cantina fondata dal nonno – l’ingegner Gastone Bazzocchi, imprenditore che tanta parte ebbe nella ricostruzione dell’Italia post-bellica – nel 1947, su impianto originariamente settecentesco, significa parlare della ricerca della perfezione.

Del resto l’assunto era già cristallino nel lavoro di mamma Lucia, purtroppo recentemente scomparsa, obiettivo finale la qualità sì, ma soprattutto una visione responsabile dell’attività vitivinicola. Luca, umanista convinto, sostiene che l’uomo, nell’assecondare la natura, debba accompagnare, nella maniera meno invasiva possibile, e a questo si attiene.

Un territorio ameno, certo, quello della Val d’Arno di Sopra (ora anche a Denominazione d’origine controllata), collocato tra la piana di Arezzo e i colli fiorentini, dove preservare l’equilibrio è compito primario, trasformando con mano leggera, quasi invisibile. L’uva è raccolta a mano, vendemmiata in cassette, con grande selezione effettuata in vigna.

L’azienda poi, che può contare su duecentosettanta ettari complessivi, di cui circa trentuno vitati, rende giustizia ai propri intenti lavorando in regime biologico fin dal 2004 (dagli anni Novanta nella produzione dello – straordinario – extravergine di oliva aziendale, mentre la certificazione delle vigne è del 2015) ed immettendo sul mercato prodotti mirabili, che sono stati ripetutamente votati fra i migliori al mondo

Toscana IGT Torrione 2021
PUNTEGGIO: 97/100 – PREZZO: €€
Avvincente blend a base Sangiovese, con piccolo saldo di Cabernet Sauvignon e Merlot, vinificato con parziale uso del cemento vetrificato. Fortemente voluto da Lucia Bazzocchi Sanjust, che lo realizzò con l’aiuto di un “mago” del Sangiovese come Giulio Gambelli, uscì in prima release nel 1988. Si apre all’olfazione con note di corniolo, successivamente evidenzia sfumature di menta selvatica e rabarbaro, poi zest di clementina, la beva è salmastro-sapida, con richiami delle sensazioni officinali e dei tocchi di sottobosco. Chiude su leggeri ricordi agrumati. Irresistibile con un classicone intramontabile come il pollo del Valdarno in porchetta.

L’apoteosi del lavoro profetico svolto a Petrolo è per l’appunto il Vigna Galatrona, un vino metamorfico, travolgente, capace di emozionare ad ogni nuova uscita, con la sua olfazione di ribes rosso, con finale di scorza di sanguinella e alloro, bocca croccante-salmastra, con ritorno agrumato e finale persistente, mentolato. Un’etichetta-icona, esattamente come la cantina che lo produce.

PETROLO SOCIETÀ AGRICOLA S.S.
Loc. Petrolo N° 30, Mercatale Valdarno
52021 Bucine (AR)
Tel 055 9911322, petrolo@petrolo.it

ULTIME NOTIZIE

Ultime Pillole

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER

In arrivo notizie, curiosità e approfondimenti del mondo enogastronomico.

SCOPRI
LE NOSTRE GUIDE

Scarica l’app Le Guide de L’Espresso per avere tutto il mondo enogastronomico a portata di mano e scoprire i luoghi da non perdere attorno a te. 

Cerca