scarica l'APP gratuita

Cerca
Led Zeppelin e custard pie

I Led Zeppelin e la perfetta “Custard Pie”

Led Zeppelin e custard pie

Custard Pie è uno storico brano dei Led Zeppelin racchiuso nel sesto album della band inglese intitolato “Physical Graffiti”.

Ci sono ricette elaborate in maniera molto articolata, ce ne sono alcune da svuota frigo e altre da medio bassa difficoltà. L’episodio di oggi del nostro consueto e settimanale appuntamento con GastROCKnomia affonda nel pieno degli anni ’70 e più precisamente al 1975. All’epoca, muoveva i primi passi sul grande schermo ‘Fantozzi’ diretto da Luciano Salce e magistralmente interpretato da Paolo Villaggio, la Ferrari tornava a dominare le scene con Niki Lauda e i Queen realizzavano uno dei brani più importanti e caratterizzanti dell’intera storia del rock, Bohemian Rhapsody.

La musica vive un grande periodo e il punk non ha ancora mosso i suoi primi passi. I Led Zeppelin a febbraio di quell’anno danno alla luce Physical Graffiti, sesto disco del gruppo guidato da Robert Plant. La genesi del disco vede la band arrivare all’intelaiatura con grande armonia e senza gli stress delle case discografiche.

Dopo aver inciso e pubblicato senza interruzione per quattro anni di fila, Robert Plant, Jimmy Page, John Paul Jones e John Henry Bonham, conosciuto anche come Bonzo, decisero di prendersi una pausa, trascorrendo buona parte del 1973 senza lavorare praticamente su nulla. All’inizio del 1974 registrarono nuovo materiale presso la Headley Orange, un’abitazione in campagna di proprietà di Ronnie Lane e in pochissimi giorni il gruppo riuscì a confezionare 8 canzoni, sufficienti per dar vita a un nuovo album.

Il disco in questione vede come prima traccia “Custard Pie”, canzone tecnicamente perfetta che riprende le sonorità hard rock già affrontate in epici brani come Whole Lotta LoveCommunication Breakdown e The Lemon Song. La canzone non è solo omaggio alla deliziosa torta alla crema tanto cara ai pasticceri e ai palati del mondo, ma è una piacevole incursione verso tematiche come il sesso, la procreazione e l’approccio verso l’altra metà.

La genesi di Custard Pie

Custard Pie è la perfetta canzone hard rock condensata in tre minuti e che anticipa, di molti anni, le sonorità stoner rock affrontate solo 13 anni dopo dai Kyuss e dai Fu Manchu. Non solo batteria martellante, chitarre lisergiche e voce calda, in questo brano i virtuosismi sonori vedono John Paul Jones suonare il clavinet, un clavicordo dotato di due pick-up, per le vibrazioni, che produce un suono simile alla chitarra elettrica.

La custard pie è una torta dalla base di pasta frolla: ad arricchirla la custard cream, tradizionale crema inglese spesso utilizzata per crostate e torte di vario tipo. Gli ingredienti? Latte, vaniglia, uova e zucchero. Gli ingredienti per un gran pezzo rock? Chitarra, basso e batteria: la ricetta è semplice ma non è facile applicarla. Alla prossima puntata.

Custard Pie

Drop down, baby, let your daddy see
Drop down, mama, just dream of me
Well, my mama allow me to fool around all night long
Well, I may look like I’m crazy, I should know right from wrong
See me comin’, throw your man out the door
Ain’t no stranger, been this way before
See me comin’, mama, throw your man out the door
I ain’t no stranger, I been this way before
Put on your night shirt and your morning gown
You know by night I’m gonna shake ‘em all down
Put on your night shirt Mama, and your morning gown
Well, you know by night, sure I’m gonna shake ‘em all down
Shake, shake ‘em

Your custard pie, yeah, sweet and nice
When you cut it, mama, save me a slice
Your custard pie, I declare, it’s sweet and nice
I Like your custard pie
When you cut it, mama mama, please save me a slice

Chew on a piece of your custard pie
Chew on a piece of your custard pie
Chew on a piece of your custard pie
Chew on a piece of your custard pie
Drop down
Drop down
Drop down
Drop down
Drop down
Drop down
Drop down
Chew on a piece of your custard pie

ULTIME NOTIZIE

Ultime Pillole

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER

In arrivo notizie, curiosità e approfondimenti del mondo enogastronomico.

SCOPRI
LE NOSTRE GUIDE

Scarica l’app Le Guide de L’Espresso per avere tutto il mondo enogastronomico a portata di mano e scoprire i luoghi da non perdere attorno a te. 

Cerca