ASD 970X250-100

scarica l'APP gratuita

Cerca

Ronco dei Tassi – La ribolla vien dal parco

Ronco dei Tassi – Dalle marne accanto a una riserva naturale nascono uve pregiate. Che attirano i tassi del bosco. E creano nettari di grande personalità

Un monumento al “mestiere del vino”, quello di Ronco dei Tassi. Fabio Coser, figlio d’arte, dopo avere ottenuto un brillante diploma a Conegliano negli anni ’70, si immerge anima e corpo nella consulenza enologica. Poi, nel 1989, decide, insieme alla moglie Daniela – ora supportati dai figli Matteo, per la parte agronomica, ed Enrico per la parte commerciale – di iniziare a produrre il proprio vino.

Siamo nel Collio Goriziano, località Montona di Cormons, una delle destinazioni-cardine nel panorama enologico mondiale. Si inizia con 9 ettari, collocati nei dintorni del parco naturale di Plessiva, fino ai 200 metri di altitudine, di cui 4 vitati (e terrazzati), intervallati dai boschi, di cui è fiero e appassionato frequentatore (in particolare dell’uva matura!) proprio il tasso, da cui la cantina prende il nome. Ora gli ettari vitati sono 23, ma l’esperienza immersiva nella natura rimane totale.

Ronco dei Tassi
Ronco dei Tassi

La campagna, condotta con grande accuratezza, è dotata di un patrimonio di biodiversità inestimabile, elemento da cui i vini prodotti traggono la proverbiale brillantezza. Altro ingrediente fondamentale è il suolo, regno di un’istituzione del Collio, ovverosia quella peculiare marna arenaria che qui prende il nome di ponca. Una manciata di etichette, segno di idee cristalline, tutte di stampo classico ed orgogliosamente territoriali, in letture di rigore stilistico ma anche dinamiche, fresche e di eccellente bevibilità.

Ne sono esempi lampanti sia il Collio DOC Ribolla Gialla, una delle specialità di casa, naso di sambuco, con note di pesca bianca, fiori di bergamotto e timo, al palato croccante-teso, con ritorno fruttato-floreale e persistenza, e il Venezia Giulia IGP Malvasia Collezione di Famiglia, forse l’apice della ricerca di famiglia Coser, olfazione di pesca gialla, con bei sentori officinali-floreali, rosmarino e gelsomino su tutti, alla beva salmastro, persistente, dall’eccellente spalla acida e dalla chiusura fruttato-officinale.

Un vino-simbolo, proveniente da magnifici vigneti terrazzati e piante anche ultra-sessantenarie. Suoli di bella spinta minerale, che regalano olfazione di cedro, poi frutta a polpa gialla, nettarina in testa, con belle evidenze officinali, di timo citrino, e floreali di biancospino, al gusto mostra grande tensione e croccantezza, sapido-salmastro, con ritorno fruttato-officinale e persistenza, davvero perfetto con un tradizionalissimo risotto con lo sclopit.


RONCO DEI TASSI di Coser Fabio & C.

Località Montona 19,
34071 Cormòns (GO)
Tel. 0481 60155
info@roncodeitassi.it

ULTIME NOTIZIE

Ultime Pillole

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER

Ricevi gratuitamente WEEKLY ENJOY Le Guide De L’Espresso: un magazine settimanale digitale con notizie, curiosità e approfondimenti del mondo enogastronomico.

SCOPRI
LE NOSTRE GUIDE

Scarica l’app Le Guide de L’Espresso per avere tutto il mondo enogastronomico a portata di mano e scoprire i luoghi da non perdere attorno a te. 

Cerca