scarica l'APP gratuita

Cerca
sala-gaspare-camparino-in-galleria-milano

I vintage cocktail della Sala Gaspare al Camparino

sala-gaspare-camparino-in-galleria-milano

Appena inaugurata con un nuovo design firmato dallo studio Vudafieri – Saverino Partners, la Sala Gaspare è un ambiente privato del Camparino in Galleria a Milano. Disponibile solo su prenotazione, consente di bere cocktail vintage realizzati con distillati d’epoca e fuori produzione.

La casa dell’aperitivo italiano più celebre di sempre continua a rinnovarsi nonostante abbia appena compiuto 108 anni. Durante i festeggiamenti dell’anniversario, infatti, Camparino in Galleria ha svelato in anteprima il look della Sala Gaspare, ambiente completamente rinnovato e aperto solo su prenotazione per gruppi ristretti di ospiti.

Ne sono successe di cose da quando, nel 1915, Davide Campari aprì il Camparino in Galleria Vittorio Emanuele II, proprio di fronte alle vetrine del Caffè Campari fondato dal padre Gaspare (già inventore della formula del celebre bitter di Milano).

Il locale conquistò fin da subito il cuore dei milanesi, con i suoi arredi in stile liberty e un grande mosaico realizzato dal pittore Angelo d’Andrea, ancora oggi protagonista del Bar di Passo al piano terra del locale. Qui si riunivano artisti e celebrità per discutere di arte e politica, mentre i cultori dell’aperitivo ricercavano il Campari e soda, sempre perfettamente refrigerato grazie a un sistema all’avanguardia per l’epoca, capace di trasportare il mixer direttamente dalle cantine del locale con un flusso continuo.

Dopo un lungo periodo sotto la proprietà della famiglia Miani, che ha visto l’ampliamento degli spazi interni, Camparino in Galleria è tornato a far parte di Campari Group nel 2019 che lo ha rimesso a nuovo, inaugurando dapprima la Sala Spiritello al primo piano, luogo dove gastronomia e mixology contemporanea si incontrano, e poi la Sala Gaspare, situata al piano interrato e accessibile solo a pochi ospiti per volta.

sala-gaspare-vudafieri-saverino-partners

L’esperienza in questa area privata è unica e vi si può accedere solamente su prenotazione. A curarla, nella selezione di cocktail e nell’impostazione del servizio è Stefano Agostino, bar supervisor del Camparino che vanta numerose esperienze internazionali. Come quella al Savoy di Londra, dove ha conosciuto il suo mentore Erik Lorincz, seguendolo nell’apertura del premiato cocktail bar Kwant, per poi rientrare in Italia a febbraio dello scorso anno, diventando parte del team del locale milanese.

Per la Sala Gaspare Agostino si è occupato di strutturare un’esperienza di degustazione preziosa, grazie alla quale vengono serviti cocktail dimenticati e grandi classici realizzati con spirits vintage e fuori produzione. Gli ospiti possono infatti vivere la storia del Camparino e della mixology italiana grazie a un percorso degustazione che parte dalle ricette dei libri d’epoca custoditi tra gli scaffali della sala, passando attraverso gli aromi e gli ingredienti che Gaspare Campari impiegava per creare i suoi “elisir”.

rabarbaro-cocktail-sala-gaspare-camparino-in-galleria
Rabarbaro cocktail

Oltre a studiare a fondo l’antico ricettario dell’inventore del bitter, il bar supervisor si occupa di ricercare le più rare bottiglie di distillati risalenti al secolo scorso e di miscelarle per dare vita a preziosi vintage cocktail. La bottigliera attinge anche alle riserve di Campari, che contano su bevande oggi fuori produzione come il Cordial Campari, cordiale ai lamponi prodotto fino agli ’90, con cui il bartender realizza il long drink da aperitivo “Rabarbaro” unendo soda al rabarbaro e vetiver.

Il Negroni vintage è servito in un elegante bicchiere di finissimo vetro giapponese e realizzato con bottiglie di bitter, vermouth e gin d’epoca, svelando un sorso rotondo e ben equilibrato, con una ricchezza di aromi incredibile. I più fortunati potranno anche avere un assaggio dei cocktail invecchiati nei laboratori del Camparino come il Brooklyn, grande classico della mixology a base di rye whiskey, maraschino, vermouth e amaro Picon, che riposa in botti ex bourbon.

dettagli-sala-gaspare-camparino-in-galleria-milano

Le luci soffuse permettono di rilassarsi e godersi l’atmosfera da tipico salotto milanese, accomodati su divani Chesterfield, circondati da stampe d’epoca e libri antichi. Un’esperienza da provare almeno una volta nella vita, per bere un cocktail alla maniera di cento anni fa.

ULTIME NOTIZIE

Ultime Pillole

ISCRIVITI ALLA
NEWSLETTER

In arrivo notizie, curiosità e approfondimenti del mondo enogastronomico.

SCOPRI
LE NOSTRE GUIDE

Scarica l’app Le Guide de L’Espresso per avere tutto il mondo enogastronomico a portata di mano e scoprire i luoghi da non perdere attorno a te. 

Cerca